Functional Training

Il Functional training o allenamento funzionale é una tecnica di allenamento che si basa sull’esecuzione di esercizi che mimano movimenti che il corpo esegue quotidianamente.
Alla base dell’allenamento funzionale c’è l’idea che l’attività fisica deve migliorare le capacità coordinative e condizionali dell’individuo, sviluppando gesti che impegnano il corpo nel suo insieme e che sono in grado di attivare diverse catene cinetiche sinergicamente. 

Come si pratica

Il functional training prevede l’esecuzione di esercizi a corpo libero che attivano l’intero organismo, che possono migliorare quelle capacità del corpo che permettono di interagire con l’ambiente che lo circonda, migliorando forza, potenza, velocità coordinazione, agilità ed equilibrio.

Tra i principi alla base del functional training vi è anche l’idea che l’allenamento, per condizionare il corpo in maniera completa, deve prevedere l’esecuzione di movimenti molto vari, i quali devono progressivamente divenire più complessi, in modo che il corpo sia sottoposto ad un lavoro sempre diverso e sempre più difficoltoso. Ciò permette di stimolare costantemente l’organismo ed impedisce l’adattamento al lavoro svolto. Questa caratteristica dell’allenamento funzionale rende ogni seduta di lavoro differente dalle altre. 

Un allenamento così impostato è sicuramente più gradevole e più divertente dato che le cose nuove sono sempre stimolanti e più interessanti, mentre la routine, a lungo andare, diviene noiosa.

Consideriamo anche che, il functional training dà la possibilità di poter sviluppare un’infinità di esercizi in poco spazio e ovunque, sia indoor sia outdoor, perché  le attrezzature necessarie sono movibili, di ingombro minimo e di versatilità massima.
Possono venir utilizzati piccoli attrezzi come ad esempio Kettle Bells, trx, pesetti,…

Chi può praticarlo

Un altro punto di forza di tale disciplina è quello di poter creare delle esperienze adatte a chiunque e allo stesso tempo unire qualsiasi livello fitness nella stessa lezione. Ognuno segue il proprio ritmo e, sono sempre concesse pause perché l’obiettivo è quello di trovare un controllo motorio e non di lavorare a tempo di musica.
Per persone con problematiche specifiche consigliamo sempre di fare dei personal, in modo che possiamo personalizzare al meglio la seduta in base alle esigenze del singolo cliente.